Come il beagle Chicca ha cambiato la mia vita

IL MIO BEAGLE

Dopo un mese che il beagle Chicca è con me, posso ufficialmente annunciare che è cambiata la mia vita. Un cucciolo è come un bambino: sai benissimo che dipende totalmente da te e dalla cura che ne hai. Io poi ho sempre paura che si faccia male o che stia male. Ieri mattina, quando sono andato a darle da mangiare, ho trovato tracce di sangue nelle sue urine e mi sono molto spaventato. Ho poi trovato tracce di vomito nella sua cuccia e ho chiamato la veterinaria.

C’è il sospetto che Chicca abbia assunto veleno per topi. Non è un mistero che a Parma sono stati trovati bocconi avvelenati in diverse zone, compresa quella a nord dove risiedo. Diversi cani sono morti. Quindi ho seguito le istruzioni della veterinaria pedissequamente e sto dando delle pastiglie di vitamina K a Chicca. Se ha assunto veleno per topi, questo integratore preverrà i coaguli di sangue che potrebbero rivelarsi mortali (per uccidere i topi si usa, crudelmente, un veleno che agisce in modo lento, per evitare che il soggetto muoia vicino all’esca e che gli altri topi finiscano con l’imparare dove sta il pericolo). Se è stata male perché ha mangiato chissà cosa (nel suo rigurgito c’era addirittura un pezzo di plastica…), starà meglio spontaneamente.
Cosa possa portare una persona a lasciare in giro bocconi avvelenati, onestamente mi sfugge. Posso capire (anche se non lo giustificherò mai: io faccio fatica a uccidere una zanzara) l’odio verso il singolo cane che ti sveglia di notte abbaiando, ma l’avvelenamento indiscriminato degli animali è vile quanto incivile. Bene ha fatto il Comune di Parma a ricordare che sono previste multe da oltre 1.500 euro, per i colpevoli eventualmente individuati.

Chicca, da buon beagle, è un segugio. Ha sempre il naso per terra e morde qualsiasi cosa. Fa letteralmente strage di formiche e lombrichi e cerca (con poco successo) di catturare le farfalle. Ha fatto fuori e mangiato mosche, api, persino una chiocciola (distruggendo il guscio con i denti). L’altro giorno si è portata in casa una zampa di gallina mummificata. Io non mi ero accorto che fosse una zampa di gallina, pensavo a un legnetto (ogni tanto, qualcosa da mordere bisogna pur lasciarglielo…). Quando ho capito, ne aveva divorata metà e la veterinaria teme che la causa del suo malessere possa essere riconducibile alla zampa in questione
C’è anche da dire che Chicca ha letteralmente divorato gli ossi che ho comprato per lei a un negozio di animali e che si presumeva sgranocchiasse soltanto. Hanno un colorante rosso, quindi l’aspetto atipico delle sue urine potrebbe dipendere anche da quello. Non so. Ma mi rendo conto che ci sono mamme meno ansiose nei confronti dei loro neonati.

Chicca comunque cresce molto bene. Quando è arrivata a casa era meno di 2 chili (1.8 per la precisione) e in un mese ha superato i 3 (3.3, per completezza). Quando si tratta di mangiare, si fa sentire. Ma ha assunto l’abitudine di passare la notte nella sua cuccia (su un ampio balcone) e di non protestare se la domenica io resto a dormire qualche ora in più.
Come scrivo in apertura, la sua presenza ha cambiato completamente la mia routine, visto che le dedico almeno 4 momenti tutti i giorni. Al mattino (cibo, uscita e buongiorno in casa), all’ora di pranzo (è un cucciolo di 3 mesi, mangia ancora 3 volte al giorno), tra le 16 e le 17 (uscita) e dopo cena (uscita). Poi passa la serata (terzo ospite del divano, dal quale va e viene) con me e mia moglie, a volte facendoci divertire, a volte facendoci inquietare, di certo distogliendoci spesso dalle nostre attività serali preferite.

Share Button