Mookie Betts e JD Martinez fanno sognare

BASEBALL

Con 32 vittorie, i Red Sox sono la squadra migliore della MLB. Ma sono tecnicamente secondi come percentuale di successi nell’American League Est, dove comandano gli Yankees (30-13). I quali ultimi, se la vedono con i Texas Rangers e il veterano Bartolo Colon questa notte ad Arlington. Boston invece riposa. Ma non siamo nemmeno a un terzo della regular season, quindi guardare troppo alla classifica è probabilmente sbagliato.
Comunque: i Red Sox tornano in campo martedi 22 contro i Tampa Bay Rays fuori casa (lancia Sale) e giocano ancora al Tropicana Field il 23 e 24 maggio. Poi sono attesi da altre 6 partite a Fenway (Braves e Blue Jays). Gli altri giocano ad Arlington anche il 23 e 24, poi riposano e quindi  giocano 4 partite in casa, con gli Angels e gli Astros.
In questo articolo, parliamo delle gioie che vengono da Betts e JD e dei patimenti che ci arrivano dai rilievi

Guardando ai Red Sox, e andando naturalmente a caccia del classico pelo nell’altrettanto classico uovo (se no, per che motivo scriviamo?) c’è qualche motivo di inquietudine sul rendimento dei lanciatori.
Parlando di partenti, quello che preoccupa di più è Pomeranz, che ha lasciato a desiderare nelle ultime 2 gare iniziate. Dice il manager Cora “che non è in programma, sostituirlo nella rotazione”, ma intanto gli fa saltare un giro e prima di sabato non lo rivediamo. L’alternativa a Pomeranz è Wright, che fin qui sta facendo il rilievo.

Parliamo appunto di rilievi. Carson Smith ha trovato il modo di farsi male scagliando il guanto per terra dopo aver preso un fuoricampo. Ha una sublussazione della spalla e sta facendo accertamenti, ma tutti danno per scontato che dovrà farsi operare. E molti ritengono la sua carriera ai Red Sox finita dopo che ha imputato la debolezza della spalla all’eccesso di utilizzo.
Comunque, Smith va sostituito. Stando ai Red Sox, chi prenderà il suo posto è Tyler Thornburg. Che però in Triplo A non sta convincendo. Io, devo dire la verità, mi aspetto un intervento sul mercato. C’è Swihart nella rosa di MLB che non sta giocando. C’è Travis nella rosa di Triplo A che sta battendo .240. E le squadre che potrebbero cedere un rilievo affidabile per iniziare a costruire per il futuro ci sono: gli Orioles (Brad Brach), i Royals (Kelvin Herrera), i Reds (Raisel Iglesias) e i White Sox (Nate Jones).

Chi ci possiamo godere per ora, e senza riserve, è la coppia Mookie Betts-JD Martinez. Hanno battuto 15 fuoricampo a testa e stanno portando sull’orlo di una crisi di nervi gli attacchi avversari. Se pensiamo che al line up di Boston manca ancora Dustin Pedroia, il cui recupero in Triplo A procede, direi che ordine di battuta non siamo per niente messi male.
Sempre a proposito di quel pelo, va notato che non è che si possono sempre vincere le partite a forza di fuoricampo. Ma è giusto aggiungere che Betts e JD stanno dando un grosso contributo, oltre che con la produzione, anche arrivando spesso in base.

La più bella della settimana l’ha detta Hanley Ramirez: “se vinciamo, vado in giro per Boston a torso nudo su una Duck Boat. Anche se nevica”.

Seguitemi quotidianamente su Twitter tramite l’hashtag #redsoxinitaliano.

La PAGINA SPECIALE del sito.

Share Button
Mookie Betts e JD Martinez fanno sognare ultima modifica: 2018-05-21T17:30:58+00:00 da Riccardo Schiroli