Red Sox e Yankees, il miglior record della MLB

BASEBALL

Con 28 vittorie e 12 sconfitte, i Boston Red Sox e gli Yankees (una volta ad articolo, li posso nominare…) di New York sono di gran lunga le migliori squadre della MLB. Solo i Campioni in carica degli Houston Astros (2616) hanno un record che in qualche maniera si avvicina a quello delle prime della classe. Servono comunque 2 puntualizzazioni: siamo solo al secondo mese di stagione, quindi i numeri potrebbero cambiare, anche in modo drammatico, e Boston ha giocato solo 15 volte in casa e 25 fuori. Quegli altri hanno fatto esattamente il contrario. Eppure quelli in pigiama godono nettamente di miglior stampa. Forse anche perché hanno vinto la serie giocata questa settimana. Ottenendo in una partita il punto della vittoria contro l’odiato Kelly e nell’altra contro il closer di Boston Kimbrel.

Record a parte, la stagione dei Red Sox è in pieno divenire. Da oggi (lunedì 14 maggio) Wright torna in rosa. Al momento in cui scrivo, i Red Sox non hanno comunicato chi finirà in Triplo A. Visto che Wright arriva come rilievo lungo, la logica sembrerebbe indicare Velazquez. Ma onestamente, le prove del messicano dicono che non dovrebbe essere lui il candidato a scendere di categoria. A sfavore di Velazquez gioca (paradossalmente) la sua scarsa militanza nell’organizzazione e quindi la possibilità di destinarlo dove più fa comodo. Vedremo.

Il bull pen di Boston ha bisogno di aiuto, si è detto. Ma per la verità, i Red Sox sono solo al posto 24 tra le squadre che utilizzano di più i rilievi e finora sono molto rare le serate (come quella di domenica) in cui il partente esce prima del quinto. Pomeranz ha avuto grossi problemi di controllo per non aver potuto allenare la curva (unghia rotta). Non è stato un inizio di stagione facile per The Big Smooth. Ma nelle ultime 2 partite non sono rimasti sul monte fino al sesto nemmeno Price (appena rientrato) ed Eduardo Rodriguez. A bilanciare sono arrivati i 9 inning di Sale nella prima di Toronto. Ma la partita è poi durata 12 inning.
Comunque, il manager Cora attende con ansia il rientro di Tyler Thornburg, uno dei migliori rilievi della stagione 2016. I Red Sox lo hanno prelevato da Milwaukee a caro prezzo, ma non ha ancora giocato un inning per loro. Sta proseguendo la sua riabilitazione in Triplo A dopo l’intervento chirurgico della scorsa estate.

Per dire com’è il baseball, venerdì 11 i Red Sox hanno perso una partita che avrebbero meritato di vincere a causa di 2 fuoricampo di Luke Maile, un catcher di 27 anni che prima di quella partita ne aveva battuti 5 in 120 gare di Grande Lega. Domenica 13 hanno invece vinto giocando maluccio e con il partente fuori dai giochi dopo 4 riprese.
Quando dico che i Red Sox hanno giocato male, mi riferisco anche ai troppi out regalati sulle basi. Siamo a 19, un record nella MLB.
Salomonico, Cora dice: “Dobbiamo fare qualcosa”.

Qualcosa potrà certamente fare Dustin Pedroia, la cui sapienza nella corsa sulle basi è conosciuta. A sua volta, inizia una serie di partite di riabilitazione in Triplo A. Inizierà con 6 inning.
In questo momento Cora come alternativa sembra preferire Holt a Nunez, che in effetti nel piano originario era destinato a ricoprire il ruolo di utility. E potrebbe decisamente garantire anche qualche cambio a Devers in terza.

In una stagione MLB c’è spazio per tutti. Anche per Jackie Bradley, recentemente finito in panchina. Domenica scorsa ha battuto la prima valida dal 4 maggio ed è in una serie da 5 valide su 54: non certo un bel record.
Chi continua a crescere è invece JD Martinez, domenica sera decisivo (un fuoricampo, 3 punti battuti a casa) e già in doppia cifra come homer: 10. L’altro Red Sox in doppia cifra è Betts (13) e il suo contributo lo sta dando anche Hanley Ramirez. Come line-up, anche se non arrivano valanghe di punti, non possiamo certo lamentarci.

JD Martinez dopo il fuoricampo a Toronto (Boston Globe)

I Red Sox sono ora attesi da 7 partite a Fenway prima del giorno di riposo del 21 maggio. Si comincia contro gli Oakland A’S con 3 partite. La prima la lancia Manaea, che dopo la no hit di aprile contro Boston ha subito 17 valide in 18 riprese. Dopo la serie con Oakland arrivano 4 partite contro i Baltimore Orioles, fino qui la squadra con il record peggiore nella American League Est.

Per seguirmi quotidianamente su Twitter #redsoxinitaliano.

LA PAGINA SPECIALE DEL SITO

Share Button
Red Sox e Yankees, il miglior record della MLB ultima modifica: 2018-05-14T19:33:52+00:00 da Riccardo Schiroli